instagram Googleplus pinterest rss

Erbazzone reggiano

HomeTorte salateErbazzone reggiano

Categorie: Torte salate

Erbazzone-reggiano_evidenza

19 marzo 2017

1

 

A fine gennaio abbiamo fatto una riunione del Consiglio Direttivo dell’Associazione di cui sono Consigliere, l’Associazione Neuro Fibromatosi di Parma.

Ci siamo ritrovati all’ora di pranzo e visto che arrivavamo da un po’ tutta Italia, il nostro grande Presidente che è di Reggio Emilia ha pensato agli approvvigionamenti e ci ha fatto trovare oltre a focacce e affettati, del buonissimo Erbazzone reggiano.

Lo conoscete? E’ una sorta di torta salata, una sfoglia sottilissima di impasto che racchiude un ripieno a base di spinaci e bietole aromatizzate con cipollotti, pancetta e parmigiano.

Mangiandolo mi sono venuti un sacco di ricordi, di quanto piacesse a mio padre e allora ho deciso di provare a farlo.

 

Erbazzone-reggiano-a-quadrati

 

INGREDIENTI PER IL RIPIENO: 1 kg tra spinaci e bietole lessate – 4 cipollotti – 120 gr di pancetta tagliata a cubetti – 100 gr di parmigiano – sale - pepe

INGREDIENTI PER LA PASTA: 350 gr di farina – 50 gr di strutto – acqua tiepida – sale – olio

In una padella antiaderente fate rosolare la pancetta a cubetti, con i cipollotti puliti e tagliati a fettine sottili. Non usate olio, il grasso della pancetta sarà più che sufficiente. Aggiungete gli spinaci e le bietole lessati e ben sgocciolati, fate insaporire e lasciate sul fuoco fino a quando il composto sarà asciutto. Regolate di sale e pepe e mettete il tutto a raffreddare in una terrina. Quando il composto sarà freddo aggiungete il parmigiano grattugiato.

Impastate la farina con lo strutto (freddo di frigorifero), il sale e l’acqua tiepida. La quantità di acqua dipende dalla farina, io ne ho utilizzato circa 200 ml. Deve essere un impasto liscio e morbido.

Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare l’impasto almeno mezz’ora.

Ungete bene una teglia da forno.

Tagliate la pasta a metà e fate 2 sfoglie sottili sottili, devono essere quasi trasparenti, non preoccupatevi è un impasto che si stende con facilità, due colpi di mattarello e ci riuscite. La consistenza ricorda un po’ quella della sfoglia per fare lo strudel.

Rivestite la teglia con uno strato di impasto, coprite con gli spinaci e chiudete con l’altro strato di impasto. Sigillate bene i bordi e sforacchiate la superficie.

Mettete in forno a 200° per 30 minuti. Una decina di minuti prima che sia cotto, toglietelo dal forno, ungete la superficie con olio e una spolverata di sale.

E’ buono caldo ma delizioso anche freddo.

Erbazzone-reggiano_in-tranci

 

Se volete qualche piatto che vada bene sia come antipasto che piatto unico o da portare per qualche scampagnata, provate le Girelle ai pomodori secchi oppure un’altra idea per una torta salata sfiziosa la Quiche gorgonzola e pera.