I pasticci della cuoca | Pate' di fegatini - I pasticci della cuoca
instagram Googleplus pinterest rss

Pate' di fegatini

HomeAntipastiPate’ di fegatini

Categorie: Antipasti, Capodanno, Natale, Pasqua

Pate-di-fegatini

2 gennaio 2014

0

Questo è un piatto della tradizione toscana, non può mancare al pranzo di Pasqua, Natale, Capodanno o ogni volta che si fa una cena. Io sono un po’ particolare nel mangiare la carne, non mangio conigli, quaglie, piccioni, uccellini o altri animalini che Giannino divora, tanto meno frattaglie, interiora e altre cose strane che Giannino... Read more »

Questo è un piatto della tradizione toscana, non può mancare al pranzo di Pasqua, Natale, Capodanno o ogni volta che si fa una cena.

Io sono un po’ particolare nel mangiare la carne, non mangio conigli, quaglie, piccioni, uccellini o altri animalini che Giannino divora, tanto meno frattaglie, interiora e altre cose strane che Giannino adora … ma il paté di fegatini mi piace proprio.

Ad essere sincera ho fatto un po’ fatica a prepararlo, mi facevano un po’ senso questi fegatini, non potevo pensare a cosa fossero e soprattutto da dove venissero…

Però li ho cucinati e li ho mangiati!

 

INGREDIENTI PER 2 PERSONE: 250 gr di fegatini di pollo - 1 scalogno – 20 capperi sotto sale – 3 alici in salsa piccante Rizzoli Emanuelli – 2 cucchiai di vin santo – sale – pepe – olio – burro - brodo

 

pate-di-fegatini

 

Pensavo che preparare il patè di fegatini fosse una cosa complicatissima, invece non c’è niente di più semplice.

Sciacquate bene i capperi sotto sale e lasciateli in ammollo in una tazza con acqua tiepida.

Lavate i fegatini e togliete il grasso e i nervetti che hanno intorno e tagliateli grossolanamente.

Pulite e tritate finemente lo scalogno e fatelo appassire in una padella antiaderente. Aggiungete i fegatini e rosolate a fuoco vivace, sfumate con il vin santo. Cuocete per 5 minuti.

Mettete nel tritatutto i fegatini, le alici con qualche cucchiaino del loro olio piccante, i capperi ben strizzati. Tritate ma non troppo, deve essere cremoso ma non omogenizzato. Se il composto vi sembra troppo asciutto potete aggiungere qualche cucchiaio di brodo caldo.

Rimettete in padella per qualche minuto con una noce di burro.

Il patè di fegatini và servito caldo su del pane abbrustolito, così sentirete il contrasto tra la morbidezza del patè e il croccante del pane.

Mi raccomando non fate l’errore di mangiarlo freddo, cambia totalmente di sapore.

 

pate-di-fegatini_